Cos’è l’insulino resistenza?

È 2 cose:

  1. le cellule non usano più bene l’insulina e quindi non riescono più ad usare bene il glucosio come carburante
  2. il corpo in risposta al punto 1 produce più insulina per cercare di tamponare il problema determinando uno stato di iperinsulinemia compensatoria 

Perché dovremmo preoccuparci dell’insulino resistenza? 

Perché è virtualmente alla base di tutte le malattie croniche e cronico degenerative come il diabete 2, il cancro, le malattie neurodegenerative come l’Alzheimer e le malattie cardiovascolari. 

Se sei in sovrappeso, anche leggero, o hai ipertensione è molto probabile che tu abbia un’insulino resistenza. 

Cosa fare?

Probabilmente ti è stato detto chè è perché mangi troppo e non fai abbastanza esercizio fisico. Bene, questo lo dicono da 70 anni e non è cambiato niente. Le persone continuano ad essere ammalate. 

Forse è tempo di focalizzare l’attenzione su qualcosa di diverso, sull’insulina e sul carburante glucosio. 

Che senso ha continuare a dare alimenti che sviluppano glucosio quando le cellule non sono in grado di usarlo bene? 

L’insulina e la resistenza insulinica sono alla base del cattivo stato di salute delle persone. 
Allora perché non cambiare carburante? 
Migliorare la resistenza insulinica creando un adattamento ai grassi con la dieta chetogenica è la soluzione. Si cambia carburante alle cellule dando loro qualcosa che possono usare efficacemente e si migliora in modo sostanziale l’infiammazione e lo stato di salute, prevenendo le malattie croniche e sostenendo il corpo nei processi di autoguarigione. 

Si può dire addio al conto delle calorie che si è dimostrato fallimentare (ma continua ad essere utilizzato…) e si possono finalmente mangiare cibi gustosi, perdendo peso e ritrovando l’energia perduta. È semplicemente un beneficio collegato al mangiare qualcosa che nutre e che non danneggia l’organismo. 

È cosi semplice. 

Se voi sapeste che cosa fa veramente l’insulina all’organismo, non mangereste più nessun carboidrato (B. Bikman, Mr Insulin – Physiology & Developmental Biology Professor – Utah) 

Share This