I telomeri sono delle sequenze esanucleotidiche

 

(TTAGGG)n altamente conservate e ripetute in tandem e da proteine ad esse associate situate alle estremità dei cromosomi degli eucarioti.
Giocano un ruolo cruciale nel mantenimento dell’integrità dei cromosomi (capacità di impedire riarrangiamenti cromosomici quali le fusione end-to-end e la formazione di cromosomi ad anello e dicentrici) e nell’assicurare una fedeltà replicativa.


I telomeri sono un orologio molecolare per il ciclo vitale delle cellule (Wright & Shay, 2001).
Ad ogni ciclo cellulare una parte della sequenza telomerica viene persa (da 50 a 200 bp ogni ciclo di replicazione) a causa del problema della replicazione terminale (Watson 1972).


Il progressivo accorciamento dei telomeri agisce come un orologio interno che determina il numero di divisioni che una cellula può effettuare nel corso della sua vita e quindi controlla il processo dell’invecchiamento cellulare (Olovnikov 1971)
Il numero di divisioni cellulari possibili per una determinata cellula è definito “Limite di Hayflick” (Hayflick 1965). Il tasso di erosione dei telomeri è influenzato, oltre che dalla capacità proliferativa e dal sistema di mantenimento dei telomeri stessi, dal microambiente cellulare, da infiammazione, stress ossidativo, radiazioni e infezioni.


La riduzione della lunghezza dei telomeri porta ad arresto della proliferazione, a senescenza e apoptosi cellulare.
La maggior parte dei tumori compensa l’accorciamento dei telomeri riattivando la telomerasi, l’enzima che può ricostruire i telomeri. Tale riattivazione comporta immortalizzazione cellulare mantenendo le cellule tumorali in grado di replicare indefinitamente bypassando il limite di Hayflick.


La Telomerasi è essenziale per il funzionamento delle cellule in rapido sviluppo, come quelle embrionali e quelle staminali, che devono rimanere vitali per tutta l’esistenza. Nelle cellule adulte normali la telomerasi invece è disattivata e i telomeri lentamente si accorciano, scandendo così il tempo massimo di vita della cellula. Nelle cellule trasformate la telomerasi viene riattivata, donando loro una devastante immortalità.
Funghi medicinali come Cordyceps spp e Ganoderma lucidum sono in grado di ridurre l’espressione genica della telomerasi riducendo proliferazione e vitalità cellulare.

Dott.ssa Stefania Cazzavillan

B.SC. Genetics

#micoterapia #cordyceps #reishi #funghimedicinali

Share This